Philippiani Philippianus

Amante dei cavalli

Philippiani Philippianus è il protagonista di un articolo di 13 pagine della rivista bimestrale Archeologia Viva (n. 195 di maggio giugno 2019) degli scavi archeologici in Sicilia presso la contrada agricola Gerace nei pressi Enna, risalienti nel periodo tardo romanico tra il IV e il V sec. d.C.

Nel sito rurale romano sono stati ritrovati tra l’altro numerosi bolli sulle tegole con ben 11 stampi riproducenti il nome del proprietario Philippiani, uno dei quali avente le lettere disposte intorno ad un’immagine di un cavallo da corsa vittorioso, comprovando che la Sicilia era una delle fonti di rifornimento di cavalli per l’Italia.

I numerosi riferimenti ai cavalli, come numerose ossa ritrovate, fanno supporre che Philippianus (apparso sui mosaici) fosse un soprannome del proprietario (Philippos in greco significa “amante dei cavalli”).

La scoperta del sito archeologico risale al 1994 e grazie soprattutto alle campagne archeologiche del Prof. Roger J. A. Wilson della University of British Columbia iniziate nel 2012 è stato possibile riscoprite la storia intrigante e coinvolgente dell’uomo che avava i cavalli.

Nulla è per caso e attualmente l’agriturismo IL MANDORLETO gestito dalla famiglia Stellino trasferitasi da Roma è caratterizzato, oltre che dalla produzione di mandorle biologiche, dall’amore verso i cavalli che condividono con gli ospiti con passeggiate guidate e lezioni d’equitazione.

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *